Ultima modifica: 18 gennaio 2017
I.P.S. Velso Mucci > Enogastronomia e ospitalità alberghiera

Enogastronomia e ospitalità alberghiera

Correlazione al Quadro europeo delle qualificazioni (QEQ/EQF): Livello 4

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” ha specifiche competenze tecniche, economiche e normative nelle filiere dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera, nei cui ambiti interviene in tutto il ciclo di organizzazione e gestione dei servizi.

 

Al termine del terzo anno, nell’ambito dei percorsi integrati regionali di istruzione e formazione, si consegue in funzione dell’articolazione scelta la qualifica di “Operatore della ristorazione – Preparazione pasti” (può lavorare in alberghi, ristoranti di varie categorie, in Italia o all’estero; in mense del settore pubblico – ad esempio ospedali e scuole – o privato; in laboratori artigianali del settore alimentare, come pastifici, pasticcerie, macellerie, gastronomie, ecc.) o di “Operatore della ristorazione – servizi di sala e bar” (può lavorare in tutte le strutture alberghiere, ristorative e bar, anche di grado elevato, in Italia o all’estero) o di “Operatore ai servizi di promozione ed accoglienza – Strutture ricettive” (può essere impiegato nelle agenzie turistiche. Il ruolo potrà evolvere per esperienza di lavoro e/o specializzazione in attività inerenti alla comunicazione, anche con utilizzo di tecnologie multimediali).

 

A conclusione del percorso quinquennale il Diplomato nell’indirizzo “Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera” consegue le seguenti competenze:

  • agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse;
  • utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e prodotti enogastonomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera;
  • integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio e il coordinamento con i colleghi;
  • valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le nuove tendenze di filiera;
  • applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, trasparenza e tracciabilità dei prodotti;
  • attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in relazione al contesto.

 

Nell’articolazione “Enogastronomia”, il Diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici; operare nel sistema produttivo promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali, e individuando le nuove tendenze enogastronomiche.

 

L’opzione “Prodotti dolciari artigianali e industriali” afferisce all’articolazione “Enogastronomia”.

Nell’opzione “Prodotti dolciari artigianali e industriali” il Diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enogastronomici dolciari e da forno; ha competenze specifiche sugli impianti, sui processi industriali di produzione, e sul controllo di qualità del prodotto alimentare.

 

Nell’articolazione “Servizi di sala e di vendita”, il diplomato è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione, erogazione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela, valorizzando i prodotti tipici.

 

Nell’articolazione “Accoglienza turistica”, il diplomato è in grado di intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzino le risorse del territorio.

 

Al termine di questo percorso è possibile l’accesso a tutti i percorsi universitari, la prosecuzione gli studi nei corsi IFTS o ITS.

Sbocchi professionali:

•    lavorare in strutture di accoglienza e ospitalità;

•    essere impiegato in servizi turistici;

•    partecipare a concorsi pubblici.